Villa Romana

 Falerna fa parte di una vasta  area geografica   ( Campora san Giovanni. Nocera Terinese , la  Valle del Savuto ,Gizzeria e Santa Eufemia )  abitata fin dall’antichita’.

Dal sottosuolo di questi territori  a seguito di importanti scavi archeologici sono venute alla luce  i resti di strutture murarie  e reperti archeologici riconducibili alle mitiche città fondate dai Greci durante la colonizzazione della Calabria e   strutture di antiche ville romane .

La citta’ di Terina ( Lamezia Terme .)

Nel v secolo a. C .Crotone estese la sua egemonia su buona parte del territorio e si allargo’ sul mare Tirreno ,dove fondo’ la colonia di Terina . La città fu utilizzata come polo commerciale grazie alle opportunità offerte dal suo porto . Si  rese indipendente dalla madrepatria e cominciò a battere moneta , lascando una ricca testimonianza della sua storia .Il ritrovamento nell’aria di S. Eufemia  Vetere, del TESORO di TERINA  della fine del IV sec. A. C.  ad opera dello archeologo  Paolo Orsi ,oggi conservato nel British Museum di Londra,dimostra la importanza della colonia greca. Il tesoro comprendeva   una piccola lamina in bronzo , un  anello d’oro a forma di Scarabeo ,una  collana d’oro a maglia con la testa di leone e altri monili , e monete.    FOTO DEL GIOIELLO DI TERINA

 Terina fu distrutta nell’anno 203 da Annibale condottiero e politico  Cartaginese durante la seconda guerra punica per  essere rimasta fedele all’impero romano.

Lo  scavo archeologico ,ancora in corso di realizzazione,ha già dato importantI  risultatI e  il ritrovamento di alcune  strade antiche e un impianto urbanistico tipico di una citta’  I reperti archeologici più significativi rinvenuti nello scavo sono esposti al Museo Archeologico Lametino .

LA CITTA DI TEMESA ( Campora San Giovanni di Amantea )

La citta’ di Temesa fu una antica colonia della Magna Grecia . Gli ultimi scavi archeologici hanno portato alla luce importanti reperti risalenti all’epoca del dominio greco in calabria. Spiccano fra tutti,il ritrovamento dei resti di due necropoli,e di un antico Heraion cioè  , un luogo di culto dedicato all’antica Grecia alla dea ERA, consorte di ZEUS , padre degli dei. Tuttavia , l’ubicazione dell’insediamento urbano ,non e’ stato ancora  definita, in maniera certa ed univoca. ,e alcune ipotesi collocano l’antica Temesa o Tempsa tra Falerna e Nocera Terinese

FALERNA: PARCO ARCHEOLOGICO COMUNALE –VILLA ROMANA

La villa di PIAN  delle VIGNE sorge   tra  Falerna centro e il borgo di Castiglione .Dal terrazzo si osserva uno dei panorami piu’ belli della Calabria : da capo Vaticano ,alla punta dellìEtna , alle isole Eolie.

La villa romana e’ costituita dalle mura  perimetrali che dividevano la PARS RUSTICA da quella urbana . all’interno del perimetro sono disposte,rispettivamente,una parte riservata alla produzione del vino-con le strumentazioni per ottenere il mosto e convogliarlo attraverso  opposte canalette –e la parte dedicata alla produzione dell’olio  con la grande vasca per il lavaggio delle olive .