Storia e Mito

FALERNA -TRA STORIA E MITO


La costa dei feaci

Le note localita’ turistiche di Nocera Terinese ,Falerna , Gizzeria ,Lamezia terme, e Curinga. Costituiscono la cosidetta costa dei Feaci .
Molte storie del passato di questi luoghi della Calabria sono legati al retaggio mitico della tradizione greco –romana:e’ questa la ricca e ospitale terra dei Feaci cantata da Omero nell’Odissea dove si racconta il viaggio di Ulisse verso Itaca.
E’ una striscia di terra, compresa tra due mari , mare Jonio e Mare tirreno (circa 30 km) e, rappresenta un sito di notevole interesse storico e naturalistico .Una particolarità’ambientale straordinaria grazie alla quale e’ possibile godere di incantevoli panorami: sulle montagne che si innalzano intorno all’istmo si ammirano i due mari del Mediterraneo e,all’orizzonte’,nelle giornate piuì terse si scorgono le isole Eolie.
In questo scenario sono collocate, inoltre , testimonianze del passato come le mitiche città della Magna Grecia TERINA E TEMESA un altro luogo Omerico ; la villa Romana di Pian delle Vigne di Falerna ; i ruderi del Castello Normanno di Castiglione; Il castello Normanno – Svevo di Nicastro; L’Abbazia Benedettina di Sant’ Eufemia; (Bizantina –Normanna ) . Le Terme Romane di Curinga ; Il monastero di sant’ Elia vecchio , eramo basiliano,che nelle vicinanze mostra un platano orientale che ,secondo gli esperti che lo hanno studiato , avrebbe più di mille anni; le famose Torri di avvistamento , conosciute come ( torri saracene ) costruite dai Normanni e successivamente dagli Svevi per contrastare i Saraceni che arrivavano dal mare per razziare le popolazioni del posto e, tra queste la “ la Torre di Rupe “,conosciuta con il nome di “ torre lupo “,collegata a Sud con la Torre dei Cavalieri in territorio di Gizzeria e con la Torre del piano di Terina a Nord di Nocera Terinese e il bastione di Malta nella piana Lametina .

La citta’ di Terina


Il TESORO della citta’ di TERINA della fine del IV sec. A. C. ad opera dello archeologo Paolo Orsi ,oggi conservato nel British Museum di Londra,dimostra la importanza della colonia greca. Il tesoro comprendeva una piccola lamina in bronzo , un anello d’oro a forma di Scarabeo ,una collana d’oro a maglia con la testa di leone e altri monili , e monete.

         

In questo territorio chiamato Costa dei Feiaci ed esattamente tra Falerna, Piano di Terina (Nocera Terinese) sorgeva l’antica Temesa citata da Omero bel Odissea.

Falerna:Parco Archeologico della Villa Romana di Pian delle Vigne


La villa di PIAN delle VIGNE I secolo a. C, sorge tra Falerna centrostorico e il borgo di Castiglione dove un tempo passava la strada romana Popilia che univa Salerno a Reggio calabria . .Dal terrazzo si osserva uno dei panorami piu’ belli della Calabria : da capo Vaticano ,alla punta dellìEtna , alle isole Eolie.
La villa romana e’ costituita dalle mura perimetrali che dividevano la PARS RUSTICA da quella urbana . all’interno del perimetro sono disposte,rispettivamente,una parte riservata alla produzione del vino-con le strumentazioni per ottenere il mosto e convogliarlo attraverso opposte canalette –e la parte dedicata alla produzione dell’olio con la grande vasca per il lavaggio delle olive.

FOTO ALMENO 4 0 5 E POI LA CARTINA PRESA DAL PDF DEL LIBRETTO e riportare il libretto del comune
ARTICOLO DI ARMANDO